ITALIANO | ENGLISH

GIARDINO MAPPA PARTECIPATIVO, UN PROGETTO DI MIRKO NIKOLIĆ PER ECOISMI 2012
CON L'ASSISTENZA DE IL FOLLETTO VERDE E CON L'AIUTO DI 17 GIARDINIERI/MAPPATORI

2 giugno 2012

DECISIONI NELLO SCERBAMENTO

Insieme alla giardiniera/mappatrice Corina Findeisen, abbiamo realizzato la prima azione di scerbatura del Giardino Mappa. Questo ha già implicato una serie di quesiti sul futuro sviluppo della città. A una settimana della vita del Giardino Mappa è già diventato importante una questione che ho discusso con Hans De Wolf nei giorni della piantumazione. In quell'occasione abbiamo discusso circa il carattere politico-sociale della programmatica esclusione di alcune piante dal giardino, ossia del loro scerbamento, dal giardino. Questo tema è tanto più enfatizzato in questo caso perché si tratta di una città-giardino, o almeno di una visualizzazione della città. Secondo me, ci potrebbero essere modi in cui anche le piante spontanee, in questo caso, l'erba, possano essere integrate nella città-giardino a benificio di tutta la popolazione. Questa convivenza, un po' complicata, ma necessaria, è tutta da esplorare e praticare. Per questo motivo, credo che alcune zone liminali del Giardino Mappa sono di grandissimo interesse strategico. Sarà curioso a vedere come si svilupperanno queste parti della città, e come questi sviluppi saranno guidati, o meno, dall'intervento di giardinieri/mappatori. Mi chiedo cosa direbbero a riguardo di questo vivere insieme le piantine/cittadini in una democrazia partecipativa.

Una striscia di erba lungo la parte meridionale del Viale Europa. La convivenza tra differenti modi di vivere nello stesso quartiere.
La spontanea crescita nel letto del fiume Adda.
Accanto ai binari le generazioni dell'erba amano insediarsi.

Ritorna al blog

Ritorna all'inizio della pagina